Medical Devices Other Business Scouting Pharma

 Dalla Mission al Cambiamento

> Cambiamento e Temporary Manager

> La capacità di gestione in-house

> Che cosa fanno i Temporary Managers

> Superare i dubbi

> Esperienza


CAMBIAMENTO e Temporary Manager
Quando le organizzazioni identificano un bisogno di cambiamento, un vincolo chiave è che esse, a volte, non hanno le competenze in-house per attuare il cambiamento.
"E' una forza e un segno di maturità sapere quando inserire in azienda risorse manageriali aggiuntive”                   
Qualcuno una volta ha detto che ci saranno più cambiamenti nei prossimi cinque anni che non tutti quelli avvenuti negli ultimi 50.  
E in un contesto di economia globale volatile e nel conseguente rallentamento massiccio della globalizzazione del business, non è difficile essere d'accordo.
Il cambiamento può fornire alle imprese l'opportunità di esplorare nuove direzioni, entrare in nuovi mercati o addirittura unirsi con un concorrente per aumentarne la penetrazione in quote di mercato.  Il cambiamento può, in alcuni casi, anche essere la chiave per la sopravvivenza.  Difatti, la maggior parte delle imprese di successo sono in uno stato costante di cambiamento e, se non lo sono, allora sono stagnanti.

La capacità di gestione in-house
Il cambiamento può far venire a molte aziende dei grandi “mal di testa”, soprattutto se non hanno le persone giuste per contribuire ad agevolare il processo di cambiamento. Ma bisogna assolutamente cambiare prima di essere costretti a farlo. Ed è anche vero quello che avete sentito dire sulla resistenza al cambiamento. I dipendenti si sentono gelare il sangue nelle vene quando i loro capi annunciano una “iniziativa di trasformazione”. Rientrano di corsa nei loro uffici e cominciano a bombardarsi a vicenda di e-mail che spiegano perché quel progetto finirà per rovinare tutto. Il cambiamento non è una passeggiata e a volte, la gestione dello stesso, può dare la sensazione di dover muovere delle montagne. Ma può essere anche una esperienza incredibilmente eccitante e gratificante, specie quando si incominceranno a vedere i risultati. Come relatori siamo rimasti impressionati dal numero di partecipanti ai corsi che ci facevano la stessa domanda : “La mia organizzazione deve cambiare. Ma come faccio ad attuare il cambiamento quando tutti vogliono che le cose rimangano invariate ?” Se non avete il potere di introdurre il cambiamento e qualche sostenitore l’unica soluzione è rivolgersi verso una gestione provvisoria come soluzione ideale al problema.
E i Temporary Managers ve ne offrono sicuramente l’opportunità. Essi sono dirigenti, manager e consulenti con capacità, competenze e una comprovata esperienza.  Non solo, ma i Temporary Managers moderni hanno scelto la “Gestione Interinale” come una carriera che offre ineguagliabili sfide e soddisfazioni.
Essi sanno sicuramente ottenere risultati concreti applicando, nel cambiamento, quattro principi fondamentali :
- collegare tutte le iniziative di cambiamento ad uno scopo o a un obiettivo molto chiaro. Il cambiamento fine a se stesso è stupido e logorante
- assumere e promuovere solo chi crede veramente nel cambiamento e vi dà corso
- identificare i resistenti e sbarazzarsene, anche se danno una performance soddisfacente
sfruttare ogni singola opportunità, comprese quelle che derivano dalle disgrazie altrui.
Ecco tutto.

Che cosa fanno i Temporary Managers (Manager ad Interim)
Il Temporary Manager può essere utilizzato oltre che per gestire il cambiamento, per gestire un progetto, dare un ulteriore sostegno per l'attuazione di una opportunità di business, fornire supporto quando le gestioni esistenti non  sono adeguate o sufficienti, o semplicemente per migliorare le prestazioni aziendali generali.
Un altro vantaggio fondamentale è che si concentrano esclusivamente sul compito assegnato, possono essere mentore e allenatore, nonché gestire e, a diffenza di molti dirigenti in-house, non hanno alcuna agenda politica nascosta. Essi possono essere a tempo pieno o a tempo parziale e per tutto il tempo che vi serve.  Essi possono anche eseguire una vasta gamma di funzioni di lavoro in tutti i settori dell'industria e spesso operano come amministratori non esecutivi. Mentre la gestione provvisoria, in quanto servizio riconoscibile, cominciò nei Paesi Bassi nel 1970 in risposta alle restrittive leggi sul lavoro olandese, è solo un decennio più tardi che ha iniziato a guadagnare slancio nel Regno Unito. E anche se il servizio si è sviluppato rapidamente durante i pochi anni passati il suo sviluppo non è stato sotto i riflettori dei media o riportato a conoscenza con il giusto risalto.  
Il risultato è che organizzazioni e individui hanno capito solo da poco l’esistenza di questo concetto e le opportunità che ne possono scaturire. Stime prudenti ci mettono al corrente che nel Regno Unito si spende  per i Temporary Managers  più di £ 400million all'anno. Si stima che un Temporary Manager nel Regno Unito viene pagato in media tra 500-600 sterline al giorno e guadagna più di £ 70K euro  all'anno per soli sei mesi di lavoro. In Germania, Francia, Spagna e ultimamente anche in Italia dove sta prendendo piede sempre più rapidamente un Temporary Manager  viene pagato in media tra i 600-750 euro al giorno e guadagna in media 90-100.000 euro all’anno per i soli sei mesi di lavoro.

Superare i dubbi
Nonostante i molti benefici e vantaggi di usare un Temporary Manager, alcune imprese sono riluttanti ad assumerli poichè ritengono che il loro uso abbia azioni critiche nelle gestione esistenti.  Quindi affrontano, a volte in maniera confusa, start-up, integrazioni, transizioni, programmi di acquisizione o dismissione mediante risorse in-house. Alcuni dirigenti si rifiutano di chiedere aiuto poiché una tale mossa potrebbe essere considerata come un loro segno di debolezza.  Ma in realtà,inserire managers con specializzazioni aggiuntive o focalizzati su un unico obiettivo, è un segno di forza e di maturità (come i migliori gestori sanno molto bene). Altre obiezioni hanno incluso preoccupazioni  quali la  capacità  o meno  di  gestire la  comunicazione esterna  e interna; dubbi sul fatto che un Temporary Manager si integri in un team già esistente;  dubita che il Temporary Manager possa non  capire il  business della  società, la sua cultura o la  sua politica, il mercato in  cui si muove la Società; preoccupazioni  sulla perdita di  controllo  e, tra le più grandi preoccupazioni  di tutti, può essere un Temporary Manager una persona di fiducia e avere accesso ad informazioni riservate?
Il lavorare come Temporary Managers è oggi un modo di vivere per la maggior parte di coloro che offrono all’impresa un servizio altamente qualificato, rapido ed efficiente-efficace. Ogni Temporary Managers sa che dalla sua reputazione personale dipende il suo prossimo lavoro.  
Così, qualità eccezionali, professionalità e discrezionalità sono assicurate.

Quando abbiamoa lavorare come  Temporary Managers  abbiamo  scoperto  che le agenzie di reclutamento tradizionali  non sempre comprendono le esigenze del cliente o delle Grandi o PMI poiché non sono focalizzate sullo specifico business del cliente ma spaziano in vari campi o settori.

Come risultato adesso siamo singolarmente  esperti  in MKT  operativo e strategico, in PR, nello  studio scientifico  dei  prodotti, dell’eventuale loro posizionamento sul mercato, della formazione ad hoc delle risorse umane e siamo in grado di soddisfare richieste specifiche a tutti i livelli del business Pharma, Parapharma e Medical Devices.

Facebook Social

 
 
 

Cerca

Copyright

© ®‎ 2016 TemporaryManagement0438.it
All rights reserved. - v3.1.3d  18/01/16
temporarymanagement0438.it

Friday, 24th Nov 2017 Custom text here -